Uscire dalla stagionalità con il turismo esperienziale

Cos'è il turismo esperienziale?

Da sempre, e in ogni circostanza, quando si organizza una vacanza bisogna cercare di contemperare due esigenze diverse, due idee di svago che appartengono alle diverse personalità che stanno formando la comitiva per un viaggio o anche solo per un weekend. L'alternativa, per dirla in modo un po' netto, è tra desiderio riposo assoluto e voglia di conoscere qualcosa di nuovo nel luogo che si andrà a visitare.

In tutte le famiglie o i gruppi di amici che organizzano un momento di riposo lontano da casa troviamo, con grande probabilità, alcuni fautori delle giornate passate sul lettino in spiaggia e altri che, al contrario, preferiscono visitare parchi naturali, fare tour enogastronomici o andare per musei. Per venire incontro alle esigenze di questi secondi è nata l'idea del cosiddetto turismo esperienziale, che si basa su un’organizzazione dei pernottamenti che comprenda anche la possibilità di partecipare ad attività di vario genere.

L'abbinamento può essere tra un soggiorno in un appartamento o una casa vacanze in affitto breve e una cena con cibi tradizionali, una giornata dedicata allo sport, una visita guidata ad un sito archeologico o ad un museo oppure ancora la partecipazione a una produzione artigianale o artistica tipica del luogo. 

Airbnb, il colosso mondiale delle locazioni brevi, ha recentemente aperto sul proprio sito una sezione apposita dedicata al turismo esperienziale e promuove, in questo modo, le iniziative dei proprietari di immobili offerti in affitto breve che vogliono associare al pernottamento altri tipi di servizi, le “esperienze” appunto. Noi di Hintown, che ci occupiamo da anni di fornire con la formula del co-hosting supporto a chi affitta case e appartamenti in locazione breve, non possiamo che essere molto interessati a questa nuova tendenza e ai suoi risvolti economici e sociali, per fornire ai nostri clienti un servizio sempre migliore, anche dal punto di vista della consulenza sull'organizzazione dell'immobile affittato.

Destagionalizzare il turismo

Il turismo esperienziale, tra le altre cose, può anche servire a destagionalizzare le attività turistiche, rendendo le strutture ricettive, in particolare le case vacanze e gli appartamenti affittati in locazione breve, appetibili per tutto l'anno e non solo nei mesi estivi.

Un caso emblematico è quello della Sicilia e delle prospettive aperte in quella regione dal turismo esperienziale. Ne parla in questi giorni un'interessante analisi del quotidiano La Sicilia, che approfondisce una serie di casi molto significativi, utili ad aprire una riflessione strategica più generale, che possa riguardare anche altre località.

È chiaro che lo splendido mare della Sicilia sia una delle attrattive più straordinarie dell'isola e non si fatica a immaginare come gli stabilimenti balneari e tutte le strutture ricettive sugli oltre 1.100 km di costa siano presi d'assalto nei mesi estivi da migliaia di turisti italiani e stranieri, ma la questione è cosa accade a settembre, quando la stagione dei bagni di mare volge al termine.

Inoltre, la Sicilia non è solo coste e mare, ma anche una grande isola al cui interno si trovano gioielli naturalistici, artistici e culturali inestimabili. Come fare, allora, a portare i turisti anche nelle zone interne e avere un buon afflusso di visitatori durante tutto l'anno?

La risposta, almeno in parte, può essere quella di valorizzare il desiderio di partecipazione e di scoperta che hanno molti turisti, facendo sperimentare loro alcune eccellenze dell'enogastronomia, oppure dando la possibilità di svolgere attività artigianali tradizionali e affascinanti.

Tra i diversi esempi dello sviluppo del turismo esperienziale in Sicilia, infatti, vi sono proprio le botteghe artigiane che aprono i loro laboratori ai turisti che vogliono partecipare alla realizzazione dei prodotti che hanno ammirato nei negozi di souvenir tradizionali e magari riportare a casa dal proprio viaggio non solo un oggetto, ma anche il ricordo di qualche ora passata ad imparare i rudimenti di una lavorazione antica.

La via Francigena: cultura e sapori

Un altro polo di interesse per un turismo che valorizzi le zone interne della Sicilia, anche al di fuori della classica stagione estiva, è la Magna via Francigena, il cammino medievale che unisce Palermo ad Agrigento e che costituisce un itinerario di pellegrinaggio ricco di tappe affascinanti. 

Sul cammino, infatti, troviamo gioielli dell'architettura e della millenaria storia siciliana, come la Cattedrale di Monreale o la Valle dei Templi, ma anche una lunga serie di aziende agricole e caseifici che offrono un itinerario parallelo tra i sapori più autentici e intensi della gastronomia dell'interno dell'isola.

Il cammino è percorribile in ogni stagione dell'anno e le località che vengono attraversate hanno avuto un costante incremento di presenze nelle strutture ricettive negli ultimi anni. La cosa interessante, dal nostro punto di vista, è che accanto agli ostelli per pellegrini messi a disposizione da enti e volontari di diversa estrazione, molti visitatori optano per la comodità di un appartamento o di una casa rurale in affitto breve per ritemprarsi durante le soste del cammino.

Un'idea per tutti

È possibile prendere spunto da quanto sta accadendo in Sicilia per aumentare il coefficiente di riempimento degli alloggi e delle case vacanza in affitto breve in altre località del nostro Paese? A nostro parere sì, soprattutto per gli immobili situati nei borghi storici.

Se per un appartamento a Milano, infatti, si trovano molto facilmente ospiti in ogni stagione dell'anno, attratti dalle diverse risorse di una grande città d'arte, di business e di design, per i piccoli e affascinanti borghi che punteggiano l'Italia il rischio è quello di avere un buon flusso di visitatori solo in estate, o in corrispondenza di particolari eventi. Per ovviare a questa situazione e spingere i turisti alla scoperta del vostro paese o del vostro borgo anche “fuori stagione”, può essere molto utile associare al pernottamento nell'immobile che affittate un'esperienza.

Riflettete su qualcosa di tipico della vostra zona: un piatto o un vino, un'attività sportiva, un palazzo interessante da visitare o un'area naturale di particolare bellezza. Probabilmente, organizzare una degustazione, un laboratorio, una visita o un'escursione da offrire insieme al pernottamento nel vostro appartamento o casa vacanze in affitto breve aumenterà l'arrivo di visitatori durante tutto l'anno.

Inoltre, per gestire i vostri immobili potrete sempre rivolgervi alla professionalità e alla competenza di Hintown, che vi aiuterà come co-host nello sbrigare le tante incombenze associate ad un affitto breve.
Chiudi

Attiva la tua casa in 3 settimane

Affidati a noi per trasformare il tuo appartamento in una fonte di reddito: possiamo aiutarti a gestirlo meglio o farlo al posto tuo.

Dal tuo primo possibile incasso ti separano solo 20 giorni, ma penseremo a tutto noi dall'inizio alla fine.

Compila i campi del form e lasciaci la mail o il telefono per essere contattato nelle prossime ore: uno dei nostri capi area ti spiegherà tutti i dettagli del nostro servizio.