Dati ISTAT 2017: il boom dell’extra-alberghiero

I dati ISTAT sul turismo 2017

Il rapporto annuale dell'ISTAT sul turismo nel 2017 ha evidenziato una tendenza che era già in atto da alcuni anni, segnalando una crescita del settore extra-alberghiero sia dal punto di vista degli arrivi (+10,2% rispetto all'anno precedente), sia dal punto di vista delle presenze (+7,5% sempre rispetto al 2016).

Se la tendenza alla crescita del turismo in case vacanza, b&b, campeggi e immobili in affitto breve era ampiamente prevista, visto il trend degli ultimi anni, ha sorpreso, invece, l'entità dell'aumento percentuale, che ha fatto parlare l'agenzia ANSA, non a torto, di “boom di presenze extralberghiere”.

Il dato è ancora più significativo, d'altra parte, se confrontato con la crescita analoga del settore alberghiero che ha registrato, da parte sua, un aumento sia delle presenze (+2,8% rispetto al 2016), sia degli arrivi (+3,9%). In sostanza, in un anno che ha visto crescere sensibilmente la domanda di posti letto in strutture turistiche, questa domanda si è rivolta con maggiore intensità verso locazioni brevi e simili, pur senza abbandonare le tradizionali accomodation in albergo.

Di fronte a questi dati non si può ignorare il fatto che, in qualunque luogo si viva, ma soprattutto se si posseggono case in zone a spiccata vocazione turistica, affittare con una locazione breve è un investimento immobiliare di sicuro successo, in cui la professionalità di Hintown vi può essere estremamente utile per svolgere, al vostro posto, tutte quelle mansioni pratiche di gestione e promozione del vostro immobile che voi, per mancanza di tempo e energie, non potete o non volete portare a termine.

Non solo week end per gli affitti brevi

È piuttosto diffusa la convinzione che una casa vacanze o un appartamento affittato con una locazione breve venga occupato solo per brevissimi periodi, solitamente durante i fine settimana, il che vorrebbe dire per altro, a conti fatti, che ci si dovrebbe aspettare, come proprietari, di vedere il proprio immobile sfitto, all'incirca, per cinque giorni su sette. I dati ISTAT sul turismo 2017, invece, sfatano questo falso mito e ci dicono che la permanenza media nelle strutture extra-alberghiere è stata di 4,9 notti, mentre quella in hotel e pensioni si è fermata a 2,9.

In altre parole, possiamo quasi rovesciare il luogo comune: chi vuole trascorrere solo un fine settimana in una località turistica sceglie più probabilmente un hotel, mentre chi vuole restare per periodi più lunghi, si affida ad altre strutture, come le case vacanza e gli alloggi in affitto breve.

In un certo senso, inoltre, è anche prevedibile che chi cerca i maggiori confort che una sistemazione in casa offre rispetto a quelle in una struttura alberghiera lo faccia, anche, nell'ottica di un soggiorno di maggiore durata. D'altra parte, anche i minori costi per persona per notte che si possono ottenere in un appartamento in affitto breve favoriscono senza dubbio chi cerca un periodo di vacanza un po' più consistente e che, magari, preferirebbe comunque una sistemazione non alberghiera, anche a parità di costo.

Un'offerta numerosa per una domanda in crescita

Di fronte a questi dati, sicuramente incoraggianti per chi ha investito nel settore degli affitti short-term o ha intenzione di farlo, ci si può chiedere quale sia la consistenza dell'offerta di alloggi in locazione breve in Italia. Secondo i dati forniti dalle principali associazioni di proprietari, che in questo specifico ambito vengono spesso chiamati property manager per i diversi compiti gestionali a cui sono chiamati nell'ambito dell'attività di affitto breve, sarebbero circa un milione e 200 mila gli immobili messi sul mercato e dedicati a questo genere di locazioni.

Il boom di questo tipo di attività turistica, favorito senza dubbio dalle piattaforme online come Airbnb, ha investito praticamente tutta Italia. Naturalmente ci sono numerosi appartamenti in affitto breve nelle grandi città d'arte, come Firenze, Venezia o Roma, tradizionalmente meta di ingenti flussi turistici, ma anche nei tanti piccoli centri che custodiscono preziosi tesori di storia e arte, o che sono legati a territori con peculiarità interessanti e ricchi anche di una stuzzicante tradizione gastronomica. Non mancano certamente, poi, le case vacanze in tutte le nostre località costiere, da nord a sud, e nei centri del turismo legato alla montagna e alle attività sportive invernali, ma tutte le città, piccole e grandi, del nostro Paese, offrono ormai accomodation in locazione breve, sia per scopi prettamente turistici, sia per viaggi di lavoro o di studio.

Aumentare la redditività affidandosi a dei professionisti del co-hosting

Lo sviluppo degli affitti brevi ha portato alla nascita di aziende come Hintown che si occupano, in modo professionale, di dare supporto ai proprietari di immobili in locazione breve per realizzare una vasta serie di compiti inerenti alla promozione, alla gestione e alla cura dell'appartamento o della casa vacanze che si vuole offrire in affitto.

Questo tipo di servizio, senza dubbio, rende possibile a molti proprietari di casa che non avrebbero il tempo, le competenze e le energie per dedicarsi in modo professionale a gestire uno o più immobili in affitto breve di effettuare un investimento redditizio in questo settore.

Hintown, attraverso una rete di professionisti con diverse competenze, si può occupare, innanzi tutto, di allestire al meglio il vostro alloggio o casa vacanze consigliandovi modifiche sull'arredamento o sui servizi da fornire, in base all'esperienza di cosa renda più appetibile un immobile per l'affitto breve. Basandoci sulla stessa competenza nel marketing del settore, possiamo aiutarvi a scrivere un annuncio accattivante per una piattaforma online, accompagnato da uno shooting fotografico professionale e a decidere a quale prezzo sia più conveniente offrire il vostro immobile.

Inoltre, per dare un sostegno anche nella gestione ordinaria dell'appartamento o della casa vacanze, durante l'avvicendamento dei diversi ospiti, Hintown offre anche dei servizi di accoglienza, check in, pulizia, manutenzione e assistenza che sono in grado di togliere ai proprietari ogni pensiero a riguardo. Con la collaborazione di Hintown, già molti property manager in Italia stanno realizzando ingenti profitti attraverso immobili dedicati alla locazione breve e si aprono sempre nuove possibilità di investimento, sia per chi possiede già immobili attualmente vuoti, sia per chi decide di investire parte del proprio capitale nell'acquistarne uno.
Chiudi

Attiva la tua casa in 3 settimane

Affidati a noi per trasformare il tuo appartamento in una fonte di reddito: possiamo aiutarti a gestirlo meglio o farlo al posto tuo.

Dal tuo primo possibile incasso ti separano solo 20 giorni, ma penseremo a tutto noi dall'inizio alla fine.

Compila i campi del form e lasciaci la mail o il telefono per essere contattato nelle prossime ore: uno dei nostri capi area ti spiegherà tutti i dettagli del nostro servizio.

Dichiaro di aver letto e accettato l'informativa sulla privacy