Le novità di Booking.com per i property manager

Booking.com crea un dipartimento per gli affitti brevi

Durante la Conferenza Internazionale della Vacation Rental Management Association (VRMA) che si è tenuta dal 27 al 30 ottobre scorso a Las Vegas, il vicepresidente di Booking.com Olivier Grémillon e i suoi collaboratori hanno presentato una serie di nuovi prodotti e di funzionalità ad hoc pensati dalla piattaforma per sostenere nella loro attività i property manager, ossia i proprietari di immobili di vario tipo affittati con locazioni brevi.

Questo specifico interesse della grande azienda di prenotazioni online nasce, indubbiamente, dalla straordinaria crescita del settore degli affitti brevi in questi ultimi anni, come ricorda lo stesso Grémillon quando afferma: “I property manager si sono serviti di Booking.com per anni e il loro continuo feedback ci ha aiutato a creare nuovi prodotti e servizi. Dopo che sono state aggiunte un milione di nuove unità nell’ultimo anno, tra case, appartamenti e altri luoghi speciali in cui soggiornare, Booking.com ha deciso di investire in tecnologia, marketing e infrastrutture per creare prodotti in grado di aiutare i nostri partner ad aumentare i propri guadagni e lasciar loro sempre più tempo per dedicarsi agli ospiti, creando esperienze indimenticabili”.

Il primo passo con cui Booking.com ha voluto canalizzare questi investimenti è stato quello di creare un dipartimento nuovo, all'interno dell'organigramma aziendale, che si occupi in modo specifico solo di affitti brevi e che ha già implementato alcune nuove funzionalità della piattaforma e rafforzato servizi già esistenti seguendo, nella maggior parte dei casi, sollecitazioni arrivate direttamente dai tanti property manager che si servono di questo sito in tutto il mondo.

Il servizio clienti e gli strumenti di analisi

Spesso i proprietari di appartamenti in affitto breve si dedicano all'attività di gestione di questi investimenti immobiliari nel proprio tempo libero e hanno quindi bisogno di relazionarsi in modo rapido con un professionista che sia in grado di risolvere un inconveniente tecnico o spiegare una procedura poco chiara. Per questo motivo, non a caso, una parte dei nuovi investimenti di Booking.com nel campo delle locazioni brevi riguarda proprio il rafforzamento degli uffici dedicati al servizio clienti a livello locale, che devono essere in grado di fornire un supporto di qualità esprimendosi, inoltre, nella lingua parlata dal property manager.

D'altra parte, tutti i servizi dedicati al marketing aziendale e alla cura del cliente, che sono economicamente sostenuti anche dalle commissioni pagate dai proprietari, hanno una ricaduta di notevole livello nel sostegno della redditività dell'investimento immobiliare fatto dai property manager quando hanno deciso di affidare a questa piattaforma le proprie casa vacanze, i propri alloggi o i propri immobili di pregio da affittare con locazioni brevi.

Infine, sempre per venire incontro alle richieste di chi desidera accrescere in modo continuo il proprio business e aumentare, quanto più possibile, il tasso di occupazione dei propri alloggi, Booking.com ha deciso di incrementare la quantità e la qualità delle funzionalità di analisi delle performance delle singole proprietà, introducendo anche uno strumento di confronto con proprietà analoghe per collocazione geografica e tipologia strutturale.

Gestione del portfolio alloggi, house rules e politiche di cancellazione

I property manager che si trovano a gestire un portfolio costituito da molti immobili si trovano spesso nella spiacevole situazione di dover modificare la stessa caratteristica su tutti i propri alloggi e, fino a qualche tempo fa, erano costretti a farlo in modo singolo, agendo su un annuncio alla volta. Con l'introduzione delle azioni di massa, invece, è ora possibile selezionare tutti gli annunci per i quali si vuole attuare la stessa modifica, ad esempio un'offerta speciale per un certo periodo dell'anno, o la variazione delle regole per la cancellazione, ed  implementarla contemporaneamente su tutti gli immobili selezionati.

Inoltre, tra le molte opzioni già presenti negli annunci, sono state aggiunte le cosiddette house ruels, le regole della casa, ossia una sezione specifica in cui il proprietario richiede agli ospiti che desiderano prenotare una serie di comportamenti specifici, come non fumare all'interno dell'alloggio o non portare animali, da seguire in quel particolare immobile.

Anche per le politiche in tema di cancellazione, poi, Booking.com ha deciso di aumentare il numero delle opzioni possibili, per cercare di venire incontro alle esigenze dei proprietari che hanno bisogno di gestire questo fenomeno in modo pratico ed efficiente. Le cancellazioni, infatti, con il conseguente problema del ricollocamento rapido delle stanze improvvisamente liberate, rappresentano spesso un problema di non poco conto nell'equilibrio economico della gestione di un affitto breve. Sebbene la politica della prenotazione istantanea di Booking.com sia riuscita, negli anni, a favorire la rapida ricollocazione delle unità immobiliari disdette, l'azienda ha ritenuto comunque che fosse utile rafforzare anche la gestione dell'evento cancellazione fornendo un maggior numero di opzioni selezionabili.

Le opportunità offerte dalla presenza globale di Booking.com

Affidare il proprio immobile in affitto breve ad una piattaforma operante in tutto il mondo come Booking.com offre di sicuro l'opportunità di raggiungere un pubblico di potenziali ospiti estremamente vasto. Soprattutto per noi italiani, d'altra parte, raggiungere il mercato mondiale è un'esigenza molto sentita, vista la fama del nostro Paese come meta turistica in ogni angolo del globo e la concreta possibilità di intercettare clienti desiderosi di visitare una città d'arte o di trascorrere un periodo in una località balneare, montana o nella quiete delle nostre campagne. In questo settore, il servizio di traduzione degli annunci della piattaforma online è stato ulteriormente potenziato e assicura di poter valorizzare ogni annuncio al meglio in tutte le lingue supportate dal sito.

Infine, anche i servizi di co-hosting, come quelli forniti da Hintown, sono stati oggetto dell'interesse di Booking.com. Le aziende che offrono servizi di pulizia, manutenzione, gestione e promozione del portafoglio immobili dei property manager, infatti, possono ora comunicare coi proprietari stessi in modo più pratico e snello utilizzando le nuove funzionalità presenti nel sito.
Chiudi

Attiva la tua casa in 3 settimane

Affidati a noi per trasformare il tuo appartamento in una fonte di reddito: possiamo aiutarti a gestirlo meglio o farlo al posto tuo.

Dal tuo primo possibile incasso ti separano solo 20 giorni, ma penseremo a tutto noi dall'inizio alla fine.

Compila i campi del form e lasciaci la mail o il telefono per essere contattato nelle prossime ore: uno dei nostri capi area ti spiegherà tutti i dettagli del nostro servizio.

Dichiaro di aver letto e accettato l'informativa sulla privacy